Il vinile da una sterlina, che ne vale 10.000...

La febbre di ricerca del vinile da collezione – detta crate diggin – nelle fiere, nei mercatini, nei negozi di dischi o in qualsiasi altro posto – è la linfa vitale di ogni collezionista che si rispetti. E noi lo sappiamo bene.

complex

E proprio questa “mania” si è rivelata vincente per un collezionista inglese che, rovistando tra le cianfrusaglie di un robivecchi ha trovato, per la modica cifra di 1 sterlina, un vecchio vinile degli anni ’70. Il curioso collezionista ho poi scoperto che non si trattava di un vinile qualsiasi, bensì dell’album omonimo della band Complex che uscì nel 1971 in tiratura limitata: soltanto 99 copie. Il collezionista ha così deciso di affidarne la vendita alla prestigiosa casa d’aste Omega Auction e si suppone sarà venduto ad una cifra che si aggira sulle 10.000 sterline… un guadagno sarà pari al 999,900%!
Il banditore Paul Fairweather ha spiegato che il valore così elevato dipende dal fatto che, per via delle pesanti tasse imposte alle aziende che stampavano vinili ai tempi, le band ‘minori’ erano costrette a produrre i propri dischi in piccolissima quantità.
A questo si aggiunga il fatto che quello dei Complex può sicuramente essere considerato uno dei più importanti e ricercati dischi di prog britannico: “Con il mood ipnotizzante, le amormie sognanti e quel tono lugubre delle melodie” – spiega Fairweather – “questo disco si dimostrava molto più avanti rispetto al momento in cui è uscito. È un piccolo testamento della forte potenza innovativa della psichedelica inglese”.

Quindi, amici collezionisti e maniaci del crate diggin, cosa aspettate? Venite in Fiera a scovare le rarità nascoste…