Renato Zero è uno degli artisti italiani più originali ed eclettici dello stivale che, negli ultimi 45 anni, ha sempre saputo rinnovarsi e stupire il suo, ormai immenso, pubblico di ascoltatori, i “sorcini”.

E anche quest’anno ha voluto stupire tutti con la pubblicazione del suo nuovo lavoro in studio intitolato “Zero il folle”.

A distanza di due anni e mezzo da “Zerovskij”, il concept pop-sinfonico del 2017 che aveva diviso il suo pubblico, il cantautore romano torna con un disco di canzoni-canzoni, tra ballate, echi anni ’80 e funk. 

Registrato a Londra, “Zero il folle” è stato prodotto e arrangiato da Trevor Horn (già collaboratore di – tra gli altri – Paul McCartney, Pet Shop Boys e Robbie Williams), che aveva già affiancato Zero per l’album “Amo” del 2013. In studio anche gli ex Dire Straits Alan Clark e Phil Palmer, insieme ai quali il cantautore ha scritto buona parte dei brani contenuti nell’album (ma ci sono anche autori italiani come Danilo Madonia e Lorenzo Vizzini), che spaziano da riflessioni sulla società di oggi (“La culla è vuota”, “Un uomo è…”), omaggi ai maestri del passato (“Quattro passi nel blu”) e critiche al mondo dei social (“La vetrina”).

Tra invettive e guizzi di zerofollia, spiccano “Ufficio reclami” (che suona quasi come un omaggio al Battiato degli anni ’80) e “Zero il folle”, la traccia che chiude il disco – e che gli dà il titolo – con Fiacchini che sembra rivolgersi direttamente a Zero e lo ringrazia per averlo strappato strappato via dalla noia, infondendogli il desiderio di cambiare le cose.

Pubblicato da Tattica, “ZERO IL FOLLE”, è disponibile in formato CD e in formato LP. 

Il disco ha 4 “folli” cover, ogni copertina rappresenta una lettera e tutte le cover messe insieme vanno a comporre la parola “Zero”. 

Quattro immagini che, insieme, rappresentano visivamente il disco, con la creatività e la follia che contraddistinguono Renato Zero e tutti coloro che rifiutano le regole e l’autorità. 

Ad accompagnare l’album è uscito anche uno speciale 45 giri in edizione limitata dei due singoli “La vetrina”/”Mai più soli”.

Per quanto riguarda, infine, il Zero il Folle in Tour, sono già 13, le date sold out del nuovo tour di Renato Zero che partirà il prossimo 1° novembre con 6 concerti che si terranno al Palazzo dello Sport di Roma.

Di seguito, trovate la tracklist di Zero il Folle.

Renato Zero – Zero il Folle: la tracklist

  1. Mai più da soli
    2. Viaggia
    3. La culla è vuota
    4. Un uomo è…
    5. Tutti sospesi
    6. Quanto ti amo
    7. Che fretta c’è
    8. Ufficio reclami
    9. Questi anni miei
    10. Figli tuoi
    11. La vetrina
    12. Quattro passi nel blu
    13. Zero il folle

“Perché folle è chi sogna, chi è libero, chi provoca, chi cambia. Folle è che non si vergogna mai e osa sempre, per rendere eterna la giovinezza” [RZ].