Chi siamo

10006591_622540171172343_1463423386_nErnyaldisko nasce nel 2005 nella città di Genova, dalla passione di Marco Massari, esperto nella valutazione discografica in vinile, e Carmen Attruia, esperta in marketing e comunicazione, per il collezionismo musicale in grado di vivere la musica a 360 gradi, comprando e vendendo oggetti rari di memorabilia musicale in tutta Italia, isole comprese, spingendosi poi alla conquista dell’Europa, in particolare: Inghilterra, Paesi Bassi, Francia, Spagna, Germania e Svizzera.
Nel 2010 il percorso di Ernyaldisko si incrementa e prende nuove direzioni. Oltre all’esposizione di dischi, itinerante, presso le principali mostre del settore, le idee elaborate in anni di lavoro in giro per l’Europa, convergono presso l’Organizzazione di Fiera Internazionali del disco, cd e vinile, usato e da collezioni in molte città italiane, strategicamente disposte, in grado di richiamare espositori da tutta Europa e un numerosissimo pubblico di visitatori sempre più appassionato ed esigente.
L’obiettivo, infatti, è stato sin dall’inizio quello di stravolgere il mercato delle fiere in Italia,ormai obsoleto e necessitante di una svolta e di un nuovo ancoraggio al periodo storico attuale, selezionando in primis gli espositori, professionisti del settore, per genere musicale in grado di soddisfare un pubblico che è sempre più conoscitore del mondo del vinile.
Ciò a cui teniamo particolarmente e rivisitare il concetto di semplice mostra mercato garantendone la massima evoluzione attraverso la riscoperta del concetto culturale che la musica stessa ci ripropone. E nel ripercorrere la storia della musica che proponiamo all’interno della fiera del disco  molteplici contenuti culturali, come mostre di rarità discografiche, dibattiti di esperti del settore musicale, oltre alla possibilità di incontrare direttamente gli artisti.
Il pubblico, infatti, che si avvicina al mondo delle fiere del disco è negli ultimi anni molto più ampio, fino a coprire un  range di età che va dai 15 ai 70 anni e soprattutto tutti i livelli di collezionismo, dall’interesse per l’oggetto raro di alto collezionismo, al brano comune ed il cui valore di mercato è economico ma denso di significato affettivo.
Perchè il mondo della musica è il mondo delle emozioni, che passano attraverso la riscoperta dei brani che hanno fatto la storia della musica dagli anni ’50 ad oggi, il gesto di appoggiare la puntina, il fruscio del vinile ed il suo movimento senza tempo.